Installazioni pensate e create da desinger, paesaggisti e vivaisti dove la natura si mescola con il design dando vita a scenari unici e ambienti da vivere durante Giardini d’Autore. In questa nuovissima edizione a Castel Sismondo e Piazza Malatesta il filo conduttore di tutte le installazioni sarà il passato che si mescola con il futuro. Interpretazioni del contemporaneo che racconteranno questo spazio racchiuso tra due grandi opere restituite alla città: Castel Sismondo e Teatro Galli.
La storia, le radici l’arte e la cultura sono gli elementi dominanti di ogni singola installazione che, attraverso la visione dei singoli protagonisti, darà forma e contenuto a questo spazio magnifico per il decimo compleanno di Giardini d’Autore

SPAZI VERDI - GIARDINI D'AUTORE

AFFACCI DI PRIMAVERAIl portale di ingresso di Giardini d’Autore

Il giardino firmato da Vivai Bilancioni affaccia su Piazza Cavour e prende vita accanto alle imponenti mura del Teatro Galli. Un ingresso dove il verde si mescola alle note della Primavera di Vivaldi come omaggio a questa edizione speciale firmata Giardini d’Autore.
Arredo: Unosider Architetture d’Esterni
Progetto e allestimento realizzato da: Vivai Bilancioni – in collaborazione con Centro Flora Greggi

TERRAProspettive oltre il giardino

“Rimini è una città che cambia, che si ridisegna anche attraverso il verde. Una città che, attraverso le idee, le visioni e i sogni muta le sue prospettive”. Un giardino è un equilibrio tra ciò che è natura e ciò che è umano, razionale, progettuale. Partendo da questo presupposto un giardino è di per sé contrasto ma è anche armonia, è quiete, è uno spazio da interpretare capace di trasportarci in posti nuovi e di aprire prospettive differenti. Questo è il concetto che Tamara e Stefan Scarpellini dello studio “I Progettisti” regalano, in collaborazione con Vivai Scarpellini a Giardini d’Autore primavera 2019. Un giardino in cui i contrasti tra natura, forma e materia si fondono per creare un spazio da interpretare e da vivere, anche solo per tre giorni.
Progetto a cura di: I Progettisti – Vivai Scarpellini

10 ALBERI 10 ANNI Giardini d’AutoreDa qui nascerà un Giardino

Cicerone sosteneva che “Se si possiede un giardino e una biblioteca allora si ha tutto ciò che occorre” . L’albero è il simbolo per eccellenza del giardino, della natura che si esprime nella sua pienezza e nella sua forma. Per questo motivo si è scelto, insieme a Vivai Fabbri, di dedicare un albero ad ogni singolo compleanno di Giardini d’Autore. Dieci alberi che si integreranno nello spazio disegnato tra Castel Sismondo e il Teatro Galli e che, terminato Giardini d’Autore, diventeranno un giardino temporaneo che accompagnerà la riqualificazione di Piazza Malatesta. Proprio come dopo l’ultima edizione di Giardini d’Autore è nato il progetto “Urban Temporary Square Garden” anche questa volta Giardini d’Autore, grazie alla preziosissima collaborazione dei vivaisti e delle aziende partner, lascerà un giardino alla città di Rimini.
Progettazione a cura di I Progettisti – Realizzazione e piante a cura di Vivai Fabbri

AMOR SACRO E AMOR PROFANOIl Giardino di Corte a Castel Sismondo 

Un giardino racchiuso tra le antica mura del Castello dedicato all’amore delle coppie più celebri di Rimini: Federico Fellini e Giulietta Masina, Paolo e Francesca e Sigismondo e Isotta. Un giardino formale, all’italiana arricchito da splendide fioriture primaverili dedicate alla bellezza di queste donne, all’amore e alla poesia della primavera.
Progetto a cura di Vivai Fratelli Pesaresi  – Corte delle Meraviglie – Castel Sismondo

SPAZI DESIGN - GIARDINI D'AUTORE 

TRASFORMAZIONI .23Una mostra di Nadja Galli Zugaro

Organismi generati da scarti metallurgici. Farfalle di ferro che si fingono lampade. Ventitré mutazioni: scelta numerica niente affatto casuale, da cui trapela la natura poco rassicurante di ciò che si nasconde sotto il carapace del travestimento mimetico. Una falange di ventitré trasformazioni, fatte della materia dei sogni di un mondo al collasso. Benvenuti nell’oltretomba della civiltà industriale.
Progetto firmato da: Nadja Galli Zugaro+ Marco Giommoni+ Fabio Lombardi in collaborazione con Galleria Primo Piano
Sala Piano terra Castel Sismondo

I MALATESTA E I VOLTI DI ROMAGNAStudio Forme per Giardini d’Autore tra Castel Sismondo e il Teatro Galli

Volti nobili e popolari di Romagna sono quelli che si riconoscono nei vasi che Studio Forme ha creato in occasione di Giardini d’Autore. Stucco, vetro, cartapesta, lamina di piombo e pigmenti di varia natura sono i materiali da cui nascono questi pezzi unici attraverso le sapienti tecniche di Studio Forme inerenti la scultura, il modellato, la fusione e la pittura, sia a freddo che a gran fuoco. Piccole opere d’arte che traducono l’artigianalità tutta italiana e che si integrano e raccontano alla perfezione la città di Rimini, la sua storia, le sue radici ma anche il suo futuro fatto di arte e cultura. Lo studio Forme di Roma ha eseguito il sapiente lavoro di ricostruzione dell’apparato decorativo del Teatro Galli, riaperto dopo 75 anni lo scorso 28 ottobre e grazie a questo lavoro di ricerca e di esecuzione gli artigiani hanno avuto la possibilità di guardare ogni singolo dettaglio della fisionomia della città e reinterpretarla in questo nuovo lavoro.
Studio Forme si occupa di restauro e di produzione, due specializzazioni che si compenetrano a vicenda e insegnano l’attenzione ai particolari costruttivi, ad osservare l’ambiente in cui ci si inserisce in ogni singolo dettaglio.

Progetto realizzato da Studio Forme Roma – Installazione visitabile durante Giardini d’Autore Sala Piano Terra Castel Sismondo – Sala Ressi Teatro Galli aperta per l’occasione

ATMOSFERE DI PRIMAVERA

Gli spazi firmati da Succi Creazioni d’Interni per l’edizione 2019 di Giardini d’Autore traducono l’eleganza e la freschezza della primavera con idee e spunti originali di decorazione d’interni. Tessuti, texture, complenti d’arredo e colori si mescolano alla perfezione per creare veri e propri Spazi d’Autore da vivere con stile e leggerezza.

Allestimento a cura di Francesca Garavini e Daniela Ridolfi in collaborazione con Borgo delle Tovaglie, Andrea Merendi, Vetro Fuso di Daniela Poletti e Filo da Torcere di Alessandro Rizzi

LA GRANDE ABBUFFATAIl Momento di imbarazzo prima di diventare quotidianità 

Qui la tavola è un’opera d’arte! Una visone appoggiata su di un tavolo dipinto, scrostato, resinato, impreziosito da pennellate di oro, metallo e texture impercettibili dove la materia e la percezione artistica di Eva Germani e Daniele Corbelli – Progetto 0714 – si fondono con le immagini firmate da Francesca Antolini e Luca Mariani per Wall&Decò per dar vita ad uno spazio suggestivo ed inedito. Proprio come i Malatesta anche Daniele Corbelli ed Eva Germani accoglieranno i commensali di Giardini d’Autore primavera 2019 in una sala del Castello per “La grande abbuffata”.
Progetto a cura di: Eva Germani Daniele Corbelli Progetto 0714 Francesca Antolini e Luca Mariani per Wall&Decò

NEL GIARDINO DI CANAPA

Da un piccolissimo seme può, davvero, nascere un mondo! Ce lo insegna la canapa.
Molteplici sono le sue virtù e gli usi: dalla cucina alla tessitura questa pianta, dimenticata e ora riscoperta, ha una storia antica soprattutto nel nostro territorio. “Nel giardino di Canapa” sarà uno spazio in cui imparare, conoscere, divertirsi e farsi stupire dalla bellezza e dalla semplicità della natura nella sua essenza più pura.
Spazio a cura di Romagna Canapa e Eatruscan